www.areeprotetteappenninopiemontese.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Appennino news
Ultime

Presunte situazione di pericolo caduta massi nel Parco Capanne di Marcarolo

E-mail Stampa PDF

Con rapporto amministrativo 01/2018 (prot. n. 204 pos. 08.01.02) della Regione Carabinieri Forestale "Piemonte" Stazione di Gavi è stato comunicato quanto segue: "Attraversato il guado sul t.te Gorzente, percorrendo la s.p. 165 in direzione Capanne di Marcarolo, dopo circa un centinaio di metri dal locale turistico ricettivo"Baita Gorzente", si nota in sponda destra dello stesso torrente una rilevante formazione rocciosa, dal peso di decine di tonnellate, che si presenta inclinata verso valle e sulla quale, a monte, grava una rilevante quantità di materiale roccioso disgregato, in scivolamento e in spinta sul torrione roccioso stesso. La base della formazione rocciosa si presenta a prima vista instabile, con rilevante erosione al piede e infiltrazioni di acqua nello stesso."

E' inoltre pervenuta la seguente segnalazione da parte di un privato cittadino:

  • comune di Bosio (AL)  - asta fluviale torrente Gorzente : presunta situazione di pericolo a causa della presenza di una rilevante massa rocciosa posta a monte del lago del Funtanin (comunemente denominato Lago delle Vergini) immediatamente al di sopra del sentiero ufficiale F.I.E. "Lago Inferiore della Lavagnina - Valico Eremiti" (segnavia 2 barre gialle).

Si segnalano inoltre due frane attive sui seguenti sentieri : Sentiero Naturalistico della Lavagnina (SNL) e sentiero Voltaggio-monte Tobbio.

Si raccomanda agli escursionisti di usare la massima prudenza e attenersi alle indicazioni dei cartelli predisposti dall'Ente sul territorio, percorrendo con molta attenzione le varianti presenti.


 

Orari apertura Ecomuseo di Cascina Moglioni

E-mail Stampa PDF

L'ecomuseo di Cascina Moglioni nel 2018 rispetterà il seguenti orario

- dal 8 aprile al 23 settembre : tutte le domeniche e i festivi con orario 10.00-13.00 e 14.00-19.00

 

- dal 2 giugno al 1° settembre : tutti i sabati con orario 14.00-19.00

 

- giorni infrasettimanali su prenotazione

 

Percorso di visita

- sala espositiva attrezzi agricoli

 

- diorama degli ambienti di Marcarolo

 

- sala cinema

 

- orto didattico

 

- möia (pozza dove si lavavano i panni)

 

- percorso didattico nelle pertinenze della cascina

 

- frutteto con le varietà antiche locali di mele, pere, susine

 

- teatro all’aperto

 

Mostra permanente 2018

- "900 nomi - Vittime di mafia dal 1893 a oggi" realizzata dall'Associazione Libera in collaborazione con Coop Liguria

Ultimo aggiornamento Domenica 29 Aprile 2018 07:39
 

I dati delle Aree Protette dell'Appennino Piemontese nell'Atlante al riconoscimento delle orchidee del Piemonte

E-mail Stampa PDF

A luglio 2017 è stato pubblicato da Edizioni Boreali l'Atlante al riconoscimento delle orchidee del Piemonte a cura di Amalita Isaja, Lorenzo Dotti e Daniela Bombonati, il quale sintetizza decenni di indagini, consultazioni bibliografiche, disamine di fogli d'erbario confluite in uno sforzo di raccolta, informatizzazione e revisione critica di oltre 16.000 dati, confluiti nella Banca Dati Regionale.

Le Aree Protette dell'Appennino Piemontese hanno contributo al lavoro svolto con ben 79 segnalazioni tra le quali quella della rara Epipactis placentina presente nella zona orientale del Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo e in alta Val Borbera nella ZSC del massiccio Antola, monte Carlo, monte Legnà.

A corredo dell'atlante distributivo la pubblicazione offre anche una guida al riconoscimento sul campo, che si avvale di chiavi di determinazione innovative, di un importante impianto iconografico composto dalle tavole originali ad acquerello di Lorenzo Dotti e da centinaia di fotografie scattate quasi esclusivamente in Piemonte.

Il libro propone inoltre cinque itinerari di scoperta in alcuni siti tra i più ricchi di valori ambientali, paesaggistici e naturalistici della regione, che invitano i lettori ad un viaggio di scoperta non soltanto dedicato alle orchidee ma a un territorio straordinario talvolta poco conosciuto; tra questi, ce ne sono due in provincia di Alessandria, nell'acquese "Calanchi e praterie aride al confine tra Piemonte e Liguria" e nel torinese "Il Tortonese: paradiso delle Ophrys tra Garbagna e S. Sebastiano Curone".

Di seguito il link all'articolo completo di pubblicato dalla rivista on line di Piemonte Parchi : "Un fundraising per le orchidee del Piemonte" di Amalita Isaja, Lorenzo Dotti e Daniela Bombonati

 

L’Ente delle Aree Protette dell’Appennino piemontese e Almo Nature insieme per la salvaguardia del lupo e della biodiversità

E-mail Stampa PDF

Col progetto “Farmers&Predators” Almo Nature dona 900kg di mangime per i cani da guardiania delle aziende zootecniche dell’Appennino

L’ Ente di gestione delle Aree protette dell’Appennino piemontese e Almo Nature, hanno siglato un accordo di collaborazione per la fornitura di crocchette per il sostenimento dei cani da guardiania impiegati dalle aziende zootecniche locali per la difesa del bestiame, al fine di ridurre il conflitto tra uomo e lupo.

Leggi tutto...
 

Resoconto delle attività del Centro di Referenza Erpetofana del Piemonte

E-mail Stampa PDF



Salamandrina di Savi - G. Gola

Il Centro di Referenza per l’Erpetofauna partner del progetto iNaturalist del Piemonte e della Valle d’Aosta” della Società Erpetologica Italiana

Il 21 gennaio scorso il Centro di Referenza per l’Erpetofauna (rettili e anfibi) della Regione Piemonte, che ha sede presso l’Ente di gestione delle Aree protette dell’Appennino piemontese, ha aderito formalmente al progetto “Erpetofauna del Piemonte e della Valle d’Aosta” sulla piattaforma iNaturalist in collaborazione con la SHI, Societas Herpetologica Italica.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Febbraio 2018 14:38 Leggi tutto...
 

Scuola di disegno naturalistico IL PENNELLO - Disegnare e dipingere la biodiversità

E-mail Stampa PDF

Dalla  collaborazione tra l’artista Lucilla Carcano e l’Ente Aree Protette Appennino Piemontese e’ nata la Scuola di Disegno Naturalistico “Il Pennello", che  presenta un’ampia offerta  di corsi e laboratori rivolti ad allievi esperti o principianti, o dedicati agli studenti delle scuole del territorio.

Leggi tutto...
 


Pagina 2 di 12