www.areeprotetteappenninopiemontese.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Appennino news
Ultime

In bici nel Parco Capanne di Marcarolo

E-mail Stampa PDF

Gli itinerari su "due ruote" del Parco naturale delle Capanne di Marcarolo sul numero 221 di dicembre 2012 del mensile Piemonte Parchi.

Per tutti gli appassionati è possibile richiedere copia del mensile (fino ad esaurimento scorte) presso gli uffici amministrativi dell'Ente Parco di Bosio (AL).

Segnaliamo che dai prossimi mesi la testata di Piemonte Parchi continuerà, con una nuova veste, sul sito Internet della Regione Piemonte www.piemonteparchi.it.

Ultimo aggiornamento Martedì 12 Febbraio 2013 09:16
 

Definite le acque non captabili nel Parco

E-mail Stampa PDF

L'Ente Parco con deliberazione del Consiglio n. 48 del 29 novembre 2012, ha definito le acque sorgive, fluenti e sotterranee ricomprese nel territorio del Parco naturale delle Capanne di Marcarolo, necessarie alla conservazione degli ecosistemi, che non possono essere captate se non per finalità idropotabili a uso domestico o agrituristico, così come meglio definito nella documentazione cartografica di seguito allegata.

La definizione delle acque non captabili è avvenuta ai sensi dell’art. 164 del D.Lgs. n. 152/2006 e s.m.i., di seguito richiamato:
“164. Disciplina delle acque nelle aree protette.
1. Nell'ambito delle aree naturali protette nazionali e regionali, l'ente gestore dell'area protetta, sentita l'Autorità di bacino, definisce le acque sorgive, fluenti e sotterranee necessarie alla conservazione degli ecosistemi, che non possono essere captate.
2. Il riconoscimento e la concessione preferenziale delle acque superficiali o sorgentizie che hanno assunto natura pubblica per effetto dell'articolo 1 della legge 5 gennaio 1994, n. 36, nonché le concessioni in sanatoria, sono rilasciati su parere dell'ente gestore dell'area naturale protetta. Gli enti gestori di aree protette verificano le captazioni e le derivazioni già assentite all'interno delle aree medesime e richiedono all'autorità competente la modifica delle quantità di rilascio qualora riconoscano alterazioni degli equilibri biologici dei corsi d'acqua oggetto di captazione, senza che ciò possa dare luogo alla corresponsione di indennizzi da parte della pubblica amministrazione, fatta salva la relativa riduzione del canone demaniale di concessione.”.

E' giusto ricordare come il reticolo dei piccoli e medi affluenti, anche di minima portata, inclusi nella suddetta delimitazione rappresenta il naturale e indispensabile serbatoio per i corsi d’acqua principali (Piota, Gorzente e Lemme) insistenti sul territorio protetto e come lo sfruttamento aggiuntivo di questa risorsa comprometterebbe irrimediabilmente l’ecosistema fluviale a valle, fondamentale per l’approvvigionamento di acqua potabile da parte delle popolazioni residenti della zona.

I corsi d’acqua inclusi nella delimitazione delle acque non captabili rappresentano, per la maggior parte, un elemento altamente qualificante del Bacino dal punto di vista ecologico-ambientale, presentando i livelli qualitativi biochimici più elevati di tutto il Sito di Importanza Comunitaria "Capanne di Marcarolo", tenendo conto del carattere spiccatamente stagionale delle portate e la tipologia del mezzo, localmente mediamente ricco di nutrienti in funzione della copertura arborea.

Allegati:
Scarica questo file (Cartografia Acque non captabili.jpg)Cartografia Acque non captabili[ ]3740 Kb
Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Gennaio 2013 18:44
 

SPORTELLI FORESTALI Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo

E-mail Stampa PDF

      Castagno in frutto    

Gli interventi selvicolturali nella Regione Piemonte sono normati dal Regolamento Forestale (Regolamento 8/R del 20/9/2011, modificato dal D.P.R. 2R del 21/2/2013).
Uno dei punti qualificanti ed innovativi della riforma relativa alla gestione forestale, iniziata con la L.R. n° 4/2009, è stato l'istituzione degli Sportelli Forestali.
Dal 1 settembre 2012, il Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo ha reso operativi 2 Sportelli Forestali.                                          


     
               GLI SPORTELLI FORESTALI DEL PARCO NATURALE DELLE CAPANNE DI MARCAROLO





                             SPORTELLO FORESTALE DI LERMA

                 




c/o Palazzo Baldo (sede operativa del Parco. Via G.B.Baldo, 29 - 15070 Lerma - AL).
Orari: martedì 9.45-12 o - su appuntamento - altri giorni della settimana.
    

 

                                SPORTELLO FORESTALE DI BOSIO

                 



c/o Sede di Bosio (sede amministrativa del Parco. Via Umberto I, 32/a - 15060 Bosio - AL).
Orari: giovedì dalle ore 9.45 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 15.30


CONTATTI E MAGGIORI INFORMAZIONI

Funzionario Gabriele Panizza (tel / fax : 0143 - 877 825; cell : 335 - 69 61 652)
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

                                   

Gli Sportelli Forestali del Parco, analogamente a tutti gli altri Sportelli regionali, sono abilitati a raccogliere domande relative a tutto il territorio del Piemonte.

Nell'immagine sotto gli Sportelli Forestali presenti presso uffici della Regione Piemonte e delle Aree Protette piemontesi.


     



     

       LEGENDA


          Uffici Regione Piemonte     
 

          Uffici Enti Parco










A seconda del tipo d'intervento gli Sportelli Forestali raccolgono:

 - Comunicazione semplice (per interventi, previsti dagli strumenti di pianificazione forestale, su superfici inferiori a 5 ettari).
   I lavori possono essere iniziati sùbito e potranno essere terminati in 2 anni.

 - Comunicazione con relazione tecnica (per interventi su superfici da 5 a 10 ettari).
   I lavori possono essere iniziati dopo 30 giorni dalla comunicazione.
   Eventuali prescrizioni sulle modalità d'esecuzione dei lavori potranno essere formulate sino al 30esimo giorno dalla comunicazione.
   I lavori dovranno essere conclusi entro 2 anni dalla comunicazione, una proroga di un terzo anno è possibile, a fronte di specifica richiesta.

 - Richiesta di Autorizzazione con Progetto d'intervento (per interventi su superfici maggiori a 10 ettari e su proprietà di Comuni e altri Enti).
   I lavori potranno iniziare nei successivi 45 giorni, a fronte di un'autorizzazione piena o di un'autorizzazione con prescrizioni.
   L'autorizzazione ha validità di 2 anni dalla domanda, salvo i casi in cui in sede progettuale si preveda un arco di tempo sino a un massimo di 5 anni.
   A conclusione dell'intervento dovrà essere trasmessa dichiarazione di regolare esecuzione dei lavori.     



Il Sito d'Interesse Comunitario IT1180026 "Capanne di Marcarolo", comprendente l'intero Parco Naturale omonimo (8.216 ha) e alcune porzioni esterne all'Area Protetta per un totale di 9.552 ettari, è dotato di una specifica Normativa forestale, scaricabile dal fondo di quest'articolo, sotto la voce "Allegati".

Gli interventi nel SIC IT1180026 "Capanne di Marcarolo" devono essere presentati agli Sportelli Forestali entro il 31 maggio di ogni anno e, se relativi a superfici inferiori a 2 ettari, possono essere realizzati dopo 30 giorni dalla comunicazione.

Il personale tecnico del Parco, a titolo non oneroso, può fornire supporto a chiunque abbia necessità di chiarimenti, sia attraverso indicazioni tecniche presso le sedi degli Sportelli, sia attraverso l'effetuazione di sopralluoghi specifici.

 

Per ulteriori informazioni potrete consultare anche il sito internet della Regione Piemonte, alle pagine relative agli Sportelli Forestali.

 

Allegati:
Scarica questo file (Normativa Forestale Parco Marcarolo.pdf)Normativa Forestale Parco Marcarolo.pdf[Testo completo della Normativa Forestale del Parco Naturale / SIC "Capanne di Marcarolo"]704 Kb
Scarica questo file (Legge regionale forestale, sanzioni.pdf)Sanzioni Legge Forestale Regione Piemonte[Testi completi degli articoli 35 e 36 della Legge Regionale n° 4 / 2009 ]44 Kb
Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Aprile 2013 16:30
 

Sponsor privati per l'Ente Parco

E-mail Stampa PDF

Il Consiglio dell'Ente Parco ha approvato nella seduta del 26 gennaio scorso un Regolamento sulle sponsorizzazioni da parte di terzi alle attività del Parco naturale delle Capanne di Marcarolo e dell'Ecomuseo di Cascina Moglioni. 

In futuro sarà pertanto possibile per l'Ente Parco stipulare contratti di sponsorizzazione, collaborazioni e convenzioni con soggeti pubblici o privati  atti a favorire una migliore qualità dei servizi erogati nonchè l'innovazione dell'organizzazione del Parco e a realizzare maggiori economie di spesa.

Mediante il contratto di sponsorizzazione l'Ente Parco, nell'ambito di proprie iniziative ambientali, culturali, sociali, ricreative e altro, permette ad un terzo, denominato sponsor – che si obbliga a pagare un determinato corrispettivo in denaro o a fornire una predeterminata prestazione, diretta o indiretta, a titolo gratuito – la possibilità di pubblicizzare, in appositi e predeterminati spazi, il nome, il logo, il marchio, i prodotti, i servizi e simili, nei modi previsti dal contratto stesso.

 

Per saperne di più scarica di seguito il Regolamento.

 

 

Allegati:
Scarica questo file (REGOLAMENTO Sponsor Parco Capanne.pdf)Regolamento Sponsor Parco Capanne [Regolamento Sponsor Parco Capanne]108 Kb
Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Gennaio 2012 16:26
 

La Biblioteca della Fiaba

E-mail Stampa PDF

LA BIBLIOTECA DELLA FIABA

del Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo

Centro di Documentazione per la Storia e la Cultura Locale (C.D.S.C.L.) di Palazzo Gazzolo

via Cesare Anfosso n. 2 - 15060 Voltaggio

tel 0143-877825 e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Referenti Lorenzo Vay e Daniela Roveda

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Marzo 2011 10:03
 

Si fa presto a dire vipera

E-mail Stampa PDF

Si fa presto a dire vipVipera_Piemonteparchiera (da Piemonte Parchi n. 202 Gennaio-Febbraio 2011)

Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Febbraio 2011 11:22
 


Pagina 10 di 11